SCIACOVELLI E TRIPEPI INSIEME PER IL TURSI

687

IL RITROVO PROPRIO DINANZI AL TURSI UN MIX DI RICORDI, EMOZIONI E SPERANZE

Saverio Sciacovelli da Bari detto anche amorevolmente sciaqquett’, Antonio Tripepi da Reggio Calabria detto barone, due nomi portanti nella storia del sodalizio biancazzurro, rivederli insieme in un ricognizione passato-presente solletica ricordi romantici di un calcio fatto di tanto sudore ed attaccamento alla maglia, ma anche di imprese che di quel calcio sono state ardite conquiste oltre che  foriere di epiche immortali memorie. Il ricongiungimento di trenta anni di storia biancazzurra(1963 -1993) racchiusi in un incontro non tanto casuale su invito degli storici giornalisti sportivi Tonio Messia e Giuseppe Ancona avvenuto l’altro ieri proprio dinanzi al Tursi, monumento intriso di storia sportiva  che già qualche giornale definisce ex Stadio. Argomento scottante del momento l’idea geniale di avvio dell’iter da parte dell’attuale amministrazione per l’abbattimento dello stesso in nome di una non meglio identificata possibilità di realizzarvi al suo posto un’area Mercatale. Gli abbiamo sentiti sull’argomento: Sciacovelli emozionato da ogni ritorno a Martina spiega:” Sentire che si vuole demolire il teatro dove si è scritta la storia calcistica di una città che porto nel cuore come Martina mi rattrista tanto e dire che in altre città si gioca la lega pro in impianti molto più piccoli e dislocati peggio, il progresso va bene ma anche a Bari nonostante la costruzione del San Nicola, si è voluto conservare e anzi rifare lo storico stadio delle Vittorie nella zona Fiera”. Sulla stessa falsariga del funambolo della fascia destra del mitico Martina arrivato in terza serie nel /0, il Barone Tripepi, bandiera del calcio martinese che lo ha visto prima come apprezzato calciatore fino al 1993 con Giustino Caroli  e poi in veste anche di allenatore, molto significativo, appassionato e decisivo il suo apporto nel tenere a galla la squadra maggiore con un nugolo di giovani due anni fa ,quando con la società in difficoltà si fece carico con la Juniores di garantire la fine del torneo conquistando poi anche due pareggi , valsi la matematica salvezza, una impresa che ha anche fatto conquistare alla società il “Premio Giovani” destinato alla squadra che utilizza piu under, sul destino del Tursi spiega: “ Allo stato attuale Martina non ha purtroppo valide alternative e l’idea di abbattere il Tursi senza prima avere a disposizione un impianto adeguato anche ad un ritorno a categorie più consone alla tradizione del Martina, non mi vede favorevole, sicuramente una decisione del genere va valutata con molta attenzione per non danneggiare le speranze di risalita della squadra” . l’incontro purtroppo ci ha fatto apprendere della prematura scomparsa di Vincenzo Lanzone, avvenuta in settimana, notizia triste comunicataci dallo stesso Saverio che ci ricorda il gol Di Lanzone a Salerno che permise al Sorrento di Achille Lauro  di salire in B proprio grazie a quel pareggio del Martina, costretto poi a guadagnare l’uscita insieme ai vigili del fuoco. il gradito omaggio del libro di Messia riporta il sorriso ai due che ringraziano ed abbracciano l’amico di sempre Tonio autore di un testo da sempre riferimento della storia biancazzurra.