Biblioteca comunale: Martina TRE, Amore per Martina, Condivisione Italia, Collettivo080, Upward ne chiedono la riapertura

212

La Biblioteca Comunale “Isidoro Chirulli” ha rappresentato da sempre un luogo di incontro e confronto per tante generazioni di giovani martinesi. L’emergenza Covid-19 ha stravolto il regolare percorso di studio dei nostri alunni e studenti universitari concittadini. La cultura e il sapere necessitano di condivisione e non di isolamento.

Per questo, dinanzi alle imminenti prove di maturità e sessioni d’esame estive, chiediamo un atto di coraggio e di fiducia alla nostra Amministrazione. Dinanzi alla riapertura – a titolo d’esempio – del locale mercato settimanale, dei musei, delle attività commerciali, delle palestre private e pubbliche e prossimi anche alla ripresa delle attività sportive di gruppo e delle attività da ballo nelle discoteche, consideriamo opportuno infrangere la quarantena del settore culturale.

Lo studio e la cultura infatti sono gli strumenti migliori per responsabilizzare le giovani generazioni. Risulta quindi fondamentale riattivare soprattutto le strutture comunali preposte per mettere in circolo quelle idee necessarie per trasformare i giovani di oggi nella classe dirigente di domani.

Si chiede quindi al Sindaco e agli Assessorati competenti di attuare nell’immediato tutti i protocolli di sicurezza indicati dalla Regione Puglia per la riapertura della Biblioteca Comunale alle attività di prestito, consultazione e sala studio. Misure che non implicano grandi sforzi organizzativi, rispetto ad ambiti molto più complessi da gestire. In alternativa, chiediamo al più presto l’individuazione di un nuovo spazio in cui poter fare cultura in sicurezza e con qualità: una questione contenuta nel programma elettorale e di governo presentato alla città dalle forze di maggioranza.

Sicuri che questa nostra richiesta possa essere presa al più presto in considerazione, porgiamo i nostri saluti.

Martina Franca, 13 giugno 2020

ASSOCIAZIONI FIRMATARIE

Martina TRE
Amore per Martina
Condivisione Italia
Collettivo080
Upward